Info sul libro "di madre in figlia"

da redazione

“Una psicologa interessata alle dinamiche sociali, partendo dalla sua storia personale, prova a raccontare la fase di transito in cui si trovano le donne contemporanee: oggi, dopo il Sessantotto, le donne si trovano a dovere ridefinire i confini di genere, insieme a quelli di madri, mogli, compagne e figlie, perché le opportunità non diventino vincoli. Il volume è un tentativo di attraversare la crisi del femminile in modo creativo, ripercorrendo il percorso della donna dall’adolescenza all’età adulta – passando attraverso le amicizie, i sogni, la scelta del partner, la coppia, i figli, la maternità, il lavoro, la coppia che scoppia, il sesso, ecc. – per potere condividere gli apprendimenti con le generazioni future e facilitarne i passaggi. Un piccolo manuale sulle donne, per le donne, con le donne, di quelli che si tramandano di madre in figlia. Una ricetta da non mantenere segreta, come fanno le suocere, ma da svelare e diffondere. In questo viaggio di conoscenza la psicologa è stata accompagnata da due amiche – una insegnante- fotografa ed una architetto – come lei, alla soglia dei quarant’anni e, come lei, madri di figlie femmine. Con loro ha raccolto e impastato ogni settimana per nove mesi gli ingredienti del femminile, scoprendo che il segreto della ricetta è il confronto, la condivisione ed il rispecchiamento tra donne, con un pizzico di ironica saggezza.”

Elisa Ceci è psicologa psicoterapeuta, analista di gruppo, psicosocioanalista. È socio fondatore dello Studio Psicoform, Responsabile e Psicologa di un Servizio Sociale di Tutela Minori. Vive e lavora a Parma, ha quasi quarant’anni e due figli, di cui una femmina.

Cecilia Comani è insegnante di scuola primaria. Conduce una ricerca sul rapporto tra fotografia e narrazione che influenza anche buona parte della sua attività di insegnamento. Vive e lavora a Parma, ha quasi quarant’anni, e due figlie femmine.

Germana De Michelis è architetto e dottore di Ricerca in Tecnologia dell’Architettura. È cofondatrice del gruppo fiorentino Pluriball, insegna in NABA Urban Design e collabora con Garagedesign. Vive e lavora a Parma, ha quasi quarant’anni e tre figlie femmine.